Ass. "Il Cenacolo"

sfondo

3° Principio

“Chi più è costante, più è determinato!”

1 cen logo impresa sociale.jpeg

Lorem Ipsum dolor sit amet

1° Principio

“Se tu ci sei, anche noi ci siamo!”

2° Principio

“Chi più partecipa, più merita!”

Progetto “Be Social”


Il progetto “Be social” è un’opportunità di formazione assistita finalizzata a promuovere processi di maturazione, sviluppo e crescita lavorativa di 41 giovani diversamente abili con età compresa tra i 20 e i 40 anni.

 

Il percorso utilizza il coworking come una “palestra di vita” e "laboratorio sociale" finalizzato all’educazione al lavoro. 

 

L’obiettivo è quello di sperimentare gradualmente la vita quotidiana in un “contesto protetto” e conseguentemente di “mettersi alla prova” nella gestione di attività lavorative autonome attraverso le attività di pedagogia teatrale (Teatro civico-inclusivo; Teatro di Strada, Teatro D'impresa), erogate dalla compagnia DEA S.I.P.A.R.I.O.

 

 

Il Coworking come strumento per l'accompagnamento delle famiglie

1.jpeg

Tramite lo strumento del coworking sarà possibile per le famiglie incontrarsi e avere supporto attraverso colloqui e un preciso assessment dedicato, come la valutazione dei bisogni sociali, culturali e ricreativi della singola persona e il piano di assistenza individualizzato. 

Nello stesso tempo, il coworking permetterà ai partecipanti una prima esperienza di socializzazione attiva e di cooperazione creando un cambiamento al di fuori del contesto famigliare e terapeutico.
 

1.jpeg

Supporto e consulenza sono forniti dai nostri esperti e mirano a migliorare l'autonomia lavorativa e la qualità della vita attraverso la costituzione e l'avvio di impresa sociale nella quale, si auspica, potranno lavorare diverse persone diversamente abili. 

 

L'accompagnamento nei laboratori sociali ("Palestre di vita") viene invece fornito dagli operatori della Compagnia teatrale DEA S.I.P.A.R.I.O., una sorta di fucina teatrale costituita da uno staff integrato di psicologi, attori, operatori teatrali, registi e autori, che propongono laboratori teatrali pedagogici allo scopo di mettere in luce l’unicità del singolo e la sua creatività, di sperimentare l’appartenenza al gruppo e l’integrazione culturale. 

 

 

Partecip-azione, Qualità della vita e Occupabilità giovanile 

L’obiettivo del percorso è quello di migliorare le condizioni e la qualità della vita delle persone diversamente abili e delle loro famiglie accrescendo le possibilità di inclusione sociale, rafforzandone l’occupabilità e il livello di autonomia.

 

Favorisce inoltre la partecipazione e direziona la compartecipazione delle famiglie fornendo un percorso da noi ideato di sostegno ai nuclei famigliari.

 

Il focus del progetto si concentra sull’acquisizione e il miglioramento delle capacità relazionali, di espressione del sé, delle autonomie personali e sociali non solo per la creazione di spettacoli performativi, ma per acquisire competenze che accresceranno l’occupabilità lavorativa dei partecipanti.


L'intervento educativo, svolto attraverso una palestra di “laboratori sociali” è indirizzato sulle capacità della persona e sulle sue caratteristiche favorendone l’integrazione la socializzazione e la partecipazione attiva e costante.

 

3.jpeg
2.jpeg

A chi è rivolto?

Il progetto è rivolto a 41 giovani adulti diversamente abili che versano in stato di disoccupazione o inattivazione lavorativa e ai loro nuclei famigliari. 
 

images.jpeg

Aree di apprendimento dei laboratori sociali

 

Attraverso


 

Dove e quando?


Il progetto prevede circa 7 mesi di percorso laboratoriale teatrale e sociali a cadenza settimanale nelle scuole del IV V e VII municipio, diretto della compagnia Dea SIPARIO, al quale partecipa un team di operatori specializzati, tutor e giovani studenti universitari. 

Lo spazio coworking messo a disposizione anche delle famiglie è situato in via Muzio Attendolo 22; zona Pigneto, Roma

 
 

Prodotti finali del percorso: l'Officina Creativa Digitale

 

Attraverso la partecipazione attiva dei giovani diversamente abili e delle loro famiglie si avrà la possibilità di avviare e sperimentare un percorso di Officina Creativa Digitale nel quale, attraverso diverse attività assistite, i partecipanti potranno acquisire ulteriori competenze spendibili nel mercato del lavoro come ad esempio ,competenze informatiche/giornalistiche ,grafiche creative, amministrative e dei social network.

 


D