Proposte di Spettacoli in orario scolastico

Proposte di Spettacoli in orario scolastico

Se si vuol far avvicinare il teatro ai ragazzi, chi l’ha detto che devono essere solo i ragazzi a muoversi? Il servizio “spettacoli di teatro nelle scuole” risponde alla necessità di partecipazione educativa, poiché coinvolge attivamente - e in maniera diretta - tutti gli individui (bambini, adulti, docenti e genitori) che orbitano nel complesso scolastico.
Nelle nostre prospettive è vivo il desiderio di far innamorare i giovani del teatro, troppo a lungo considerato come “divertimento obsoleto”: il teatro arriva direttamente a scuola, favorendo i ragazzi in termini di vicinanza e coinvolgimento.
Durante l’orario scolastico, e all’interno del plesso, la nostra compagnia metterà in scena lo spettacolo che più sarà in accordo con le linee educative, in base alla fascia d’età e al contesto territoriale.

Gli spettacoli prescelti sono qui in seguito specificati.

Proposte Extra-scolastiche

Anche questa iniziativa del “Cenacolo” rispecchia l’intenzione di permettere ai ragazzi di accedere al teatro senza resistenze né ostacoli. Gli spettacoli qui proposti verranno rappresentati in orario scolastico e - grazie ai nostri sceneggiatori - potranno essere adattati, in accordo con la scuola, a particolari momenti didattici (come ad esempio le feste natalizie, gli ultimi giorni di lezione, il Carnevale, la festa della Liberazione ecc..), per mantenere sempre vivo il filo conduttore educativo tra scuola e territorio.

Programmazione 2019-2020

Qui di seguito sono riportati gli spettacoli già consolidati della nostra compagnia che verranno rappresentati in orario scolastico.

È bene ricordare che i nostri operatori sono sempre attivi per poter espandere il nostro campo d’azione e per elaborare nuovi soggetti teatrali da rappresentare.

 

La nostra Programmazione prevede:

 

A) La Performance Teatrale

 

B) Dibattito in Plenaria o direttamente in classe con gli Attori

 

C) La possibilità di Attivare percorsi di laboratorio ad hoc.

Spettacolo: "Storie di Resistenze e Libertà: Il Nido Di Vespe"

Spettacolo: "Storie di Resistenze e Libertà: Il Nido Di Vespe"

“Storie di Resistenze e Libertà: Il nido di vespe”, spettacolo scritto e diretto da Lodovico Bellè, è il nome con cui i nazisti definivano il quartiere Quadraro, reputandolo un covo di partigiani ed è uno spettacolo strutturato in due atti unici, legati dal filo rosso della Resistenza partigiana. L’esibizione si propone di tenere viva la memoria sugli orrori perpetrati dal nazifascismo durante la seconda guerra mondiale. Il primo atto prende le mosse dal dialogo tra due personaggi di fantasia (due giovani ebree nascoste in una cantina durante un rastrellamento nazista) le quali citeranno alcuni importanti episodi storici della Resistenza romana nei quartieri Quadraro e Centocelle, premiati con la medaglia d’oro al merito civile per la Resistenza. Il secondo atto è invece incentrato sulle vicende del partigiano ligure Arrigo Diodati, fondatore dell’Arci e unico sopravvissuto all’eccidio di Cravasco, scampato miracolosamente alla morte per ben due volte: la prima durante la sua prigionia (quando cercò di buttarsi dal quarto piano per evitare di rivelare, sotto tortura, informazioni strategiche sulla Resistenza ma fu afferrato per una caviglia da un soldato tedesco) e la seconda fingendosi morto dopo essere stato colpito di striscio durante l’eccidio di Cravasco, dove i tedeschi fucilarono diciassette detenuti politici. Lo scopo principale della rappresentazione teatrale è quello di trasmettere alle nuove generazioni i valori di libertà e democrazia che hanno ispirato la Resistenza e come essi abbiano influenzato lo sviluppo della società contemporanea in termini di tolleranza, integrazione, intercultura e accettazione delle diversità. Lo spettacolo cita personaggi ed episodi storici della Resistenza romana e ligure, offrendo spunti riflessione ed approfondimento. È previsto, in accordo con la scuola, un dibattito che si terrà dopo l’esibizione e che verterà sulle dinamiche storico-sociali che permisero ai regimi totalitari di prendere piede nel ventesimo secolo.

Spettacolo: "Le Favole di La Fontaine"

Spettacolo: "Le Favole di La Fontaine"

Jean de La Fontaine è l’autore prescelto nel vasto panorama della letteratura classica per l’infanzia, poiché soddisfa perfettamente le esigenze artistico-educative da noi perseguite ai fini dell’apprendimento tramite il divertimento: immediatezza degli insegnamenti, efficacia della morale in relazione all’età del pubblico destinatario, fruibilità di un linguaggio semplice per esprimere concetti profondi e attrattiva delle figure animali antropomorfe. Lo spettacolo consiste in una selezione delle più avvincenti ed educative favole di La Fontaine, con esplicazione della morale finale, anche attraverso una spiegazione diretta di una voce fuori campo che supporta le azioni degli interpreti in scena, e anche di brevi filmati in cui gli attori stessi cantano, rinforzando i concetti espressi nelle scene appena rappresentate. Dopo l’esibizione si svolgerà un confronto con bambini e docenti sugli insegnamenti derivanti dallo spettacolo, puntando a focalizzare alcuni metodi di comportamento virtuosi (solidarietà, tolleranza, integrazione, etc...), in modo da offrire un modello educativo in accordo con i docenti della scuola. Nella parte interattiva, successiva alla rappresentazione teatrale, verrà chiesto ai bambini quali sono i passaggi dello spettacolo che più hanno colpito la loro attenzione e di spiegarne i motivi. Amicizia, sportività, meritocrazia, umiltà, solidarietà, rispetto, umanità e bontà d’animo, sono solo alcuni dei valori elogiati e rafforzati attraverso gli incantevoli racconti dell’autore prescelto. Gli apprendimenti non vengono restituiti solo attraverso la morale delle singole favole ma soprattutto tramite la metodologie interattive perseguite dalla nostra compagnia teatrale.

Spettacolo: "Eolo e Piumetta"

Spettacolo: "Eolo e Piumetta"

Una simpatica piuma d’oca e il suo amico Eolo, il vento, sono i protagonisti di questa rappresentazione teatrale tratta dal libro di Manuela Castellacci “Tulle le lingue del vento”. Eolo è un finto burbero con il cuore tenero, paziente e coraggioso; Piumetta è una piuma d’ oca in apparenza impertinente e presuntuosa ma in realtà altruista e molto valorosa. Mediante la magia del teatro ci invitano ad accompagnarli lungo le tappe del loro avvincente viaggio: da una fredda caverna di ghiaccio del Polo Nord “volano” sul mondo e si fermano ovunque qualcuno abbia bisogno del loro aiuto. Durante il loro mirabolante viaggio si trovano ad affrontare varie peripezie e in ogni paese in cui si fermano incontrano popolazioni originali (dagli usi e costumi bizzarri) con cui scambiare valori profondi come la collaborazione, la solidarietà e la generosità. La forma del testo è caratterizzata da un dialogo continuo e incalzante in cui allegri equivoci e doppi sensi fanno divertire tutto il pubblico. I protagonisti, con le loro caratteristiche, non sono poi così lontani da noi ma fanno volare i piccoli spettatori tra luoghi fantastici e momenti di riflessione.
Grazie al meraviglioso viaggio di Eolo e Piumetta, i bambini assisteranno ad un caleidoscopico girovagare tra i confini del mondo: paesaggi fantasiosi e popoli bizzarri affascineranno i più piccoli e incuriosiranno l’intera platea. Grazie ai dialoghi dei personaggi in scena, tutti potranno rinforzare positivamente i valori dell’amicizia e della collaborazione tra pari, imparare nuove nozioni geografiche e antropologiche o ripassare quelle già acquisite e godere dell’amore per la natura e per la varietà del mondo circostante. Vengono qui esibiti, in modo diretto ed educativo, alcuni dei valori necessari per una buona crescita: l’accettazione delle differenze altrui, l’amicizia, il rispetto per la natura e per gli animali, il doversi impegnare per arrivare ad un obiettivo, la coesione e l’empatia.

Contatti e Informazioni

L'interessato letta l'informativa sotto riportata accetta espressamente la registrazione ed il trattamento dei propri dati che avverrà premendo il tasto 'Invia'.
Leggi l'informativa ai sensi dell'art. 13 del Regolamento (Ue) 2016/679